venerdì 17 febbraio 2012

Manuale di zoologia fantastica #2. Il corista...

...che deve dare forfait #2 (continua).

Come avrete intuito la casistica del corista che deve darmi forfait prima delle prove è più ricca di una coltura in vetrino.

Mi vedo quindi costretta a proseguire il post precedente - anche e soprattutto PERCHE' QUALCUNO SI E' LAMENTATO della recente piega che pare abbia preso questo blog negli ultimi tempi due giorni (da raffinato documentario di quark con squisiti doppi sensi non rivelati a sboccato servizio di studio aperto con nani da giardino travestiti da giornalisti, e come potremmo noi mai dar torto a un dittatore, eh).

Il corrotto

"senti Trantor, martedì prossimo non posso venire alle prove"
"ah. Beh, ti perderai gli intrigoni di mia madre"
"... ah. uhm. ... ah. Ma..."
"pazienza, faremo senza di te. A pre..."
"un attimo un attimo un attimo, mi stai dicendo che è già martedì grasso?"
"ti sto dicendo che se non vieni perdi gli intrigoni di mia madre. Vabbè, ce ne sarà di più per no..."
"no è che sai alla fine tutto è relativo e non ricordavo fosse proprio martedì grasso ma anzi perché non l'hai detto subito!, e comunque quindi qualunquemente in fondo può anche essere che last minute mi liberi e..."
"..."
"ok vengo."
"mi pareva."


Il prolisso

[invio una mail con la data della prossima prova, giovedì. Dopo 4 minuti e 35 secondi squilla il telefono:]

"Trantor ciaoooo scusa se ti disturbo ma bblablablabla neve ghiaccio e blizzard e blablablabla preferivo chiamarti per dirti a voce questa cosa importantisssima e bl"
"sì, ok, ciao, cosa c'è? Sono al lavoro"
"no senti ti ricordi che ti avevo parlato di quel calzino bucato del corredo di mia nonna Adalgisa e..."
"dimmi velocemente!"
"certo scusa scusa scusa faccio prestissimo ma blablablabla e poi nel '25 quando mio zio emigrò in Arkansas io blablabla e poi ti avevo già raccontato di..."
"SENTI, sono. al. lavoro. Scrivimi un sms o per mail o su facebook o su skype o su viber ma c**** dimmi immediatamente cosa c..."
"ah. eh. no, è solo che..."
"DIMMI!"
"giovedì non ci sono."
"...ok!"
"o..."
Clic.


I geografi

"ok ragazzi, prossima prova mercoledì ore 21, chiesa di Little John - e non, sottolineo non, S. Ferdinando, ok?"
"ok"
"ok!"
"ok, certo"
"ma non c'è neanche bisogno di dirlo, Trantor"
"ok, ma è ovvio, no?"
"yeah, tutti in S. Little John!"
"Little John tutta la vita!"
"ok, segnato."

[Due settimane dopo un piccolo capannello di coristi morti viene rinvenuto davanti al portone rinascimentale di S. Ferdinando]


Il timido [via sms]

"ciao #corista, stasera c'è la cena del coro! Spero davvero che tu ci sia :-)"
"non credo. Non sto bene. Non sono in forma."
"mi spiace... Davvero non te la senti? Starai meglio, in compagnia"
"non credo. C'è freddo, fuori"
"il ristorante è vicino"
"sì ma c'è neve"
"ti passo a prendere io"
"no, starò da solo"
"mi spiace molto"
"non me la sento"
"ok, allora ci vediamo martedì alle pro..."
"OK STASERA VENGO"


L'assuefatto (tanto smetto quando voglio)

"Trantor. Ascolta. Ti devo dire una cosa."
"dimmi"
"stavo rivalutando la mia presenza nel coro"
"mm"
"ho paura di non riuscire più a continuare come prima"
"mm."
"sai, quest'estate dovrò andare in Sardegna a vendere un cabinato a vela"
"...?"
"vabbè, lascia perdere il cabinato a vela, comunque il punto è che starò là due mesi e poi ora che sono in pensione ho un sacco sacco sacco di cose da fare, seguire qui, andare là, brigare lì, pintrullare qua e blablablabla e poi vorrei tanto imparare a suonare il violino!, e quindi già da mercoledì prossimo ho paura che dovrò abbandonare e blablabla"
"m-mh"
"...blablablabla, e quindi capiscimi, non posso continuare a prendere in giro te e gli altri!, e blablabl..."
"...capisco. A mercoledì prossimo?"
"certo, a mercoledì."
"ok"
"ok."


Il pazzo

"ciao Trantor"
"ciao! Dimmi!
"stasera non vengo alle prove: c'è sanremo!"
"ahahahahah!" [pacca sulla spalla]
"ahahahahah!"
"ahaha. Dai, allora ci vediamo stase..."
"ahaha. No, seriamente. Stasera non vengo."
"mi spiace. Non stai bene? Macchina rotta? Domani consegni la tesi? E' il tuo compleanno? Tuo marito è gelo..."
"no, te l'ho detto; c'è sanremo."
"tu scherzi."
"no."


Il corista perfetto (#variante C) [via sms]

"prova annullata, troppa neve. Alla settimana prossima. Ciao, Trantor"
"...nnnnnoooooooooo!!!!"
"eh spiace anche a me. Buona serata!"
"...nnnnnoooooooooo!!!!"
"I miss u too, lo sai benissimo. Soprattutto quando sarai in quella cazzo di Australia"
"... eh eh."

17 commenti:

  1. varianti (rigorosamente vere) dal Filarmonico Cigno...
    variante "il pazzo": "stasera non vengo, c'è x factor."
    variante corista perfetto C/1: "se non metti due prove a settimana anche per noi contralti giuro che mi ritrovi imboscata al corso di coro della terza età."
    var. c. perf. C/2: "se giovedì non mi vuoi alle prove non posso tirarti le orecchie per il compleanno".
    and so on...
    (però bello, un'ipotetica puntata di passepartout, con daverio che fa "ed ecco qui, una soVpVendente veVsione pittoVica del classico gVuppo con la madonna, il bambino e san litte john")

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa variante del Pazzo l'abbiamo incrociata anche noi.
      Ex collega di AM, durante un happy hour davvero divertente acchiappa il marito e fa per andarsene.

      V: " Ma è presto! "
      C: " Si però è giovedì "
      V: " Mi perdo il nesso... Non c'è la champions "
      C: " X Factor! Se lo perdo, io... "
      Segue sua faccia terrea come se la stessero per accoppare.

      Elimina
    2. Ma tipo registrare? Cmq il corista pazzo (che poi è una lei, ma che è obiettivamente pazza) è passato ogni. singolo. giorno. del festival in biblioteca da me e #collegaV per commentare esclusioni e aneddoti e la farfalla e chi ha vintorno.
      A me, che non vedo Sanremo dalle medie, e che fondamentalmente brucerei l'ariston. A #collegaV, che pure brucerebbe l'ariston e farebbe seriamente causa alla Rai per mille mila motivi (fondati, ovvio).
      Proprio a noi due, che dichiaratamente prendiamo per il c* la canzone italiana dal '91.
      E lei, che di ostinava a venir lì a parlarne come se noi non aspettassimo altro. Boh.

      Elimina
    3. Cioè vinto, non "vintorno". Eh.

      Elimina
    4. La " mia " pazza, non lo registrava ma correva a vederlo in diretta.
      Suppongo fosse anche una di quelle che votava.

      Per sanremo, sono stato preso d'assedio sia qui che in vacanza.
      X: " V ma hai visto che è successo a sanremo? "
      V: " Non lo guardo "
      X: " La canzone di Peppiniella ti è piaciuta? Io preferivo Cosetta "
      V: " Non lo guardo. Lo evito. Ho la TV a riparare e non so nulla. "
      X: " Ma allora non hai neanche visto il monologo di altro rimba? "
      V: " NON. LO. SEGUO. MI. FA. CAGARE. AL. CUBO "

      Ripeti ad lib.

      Elimina
    5. La mia pazza invece era arrabbiatissima con #collegaV perchè sosteneva che era colpa sua se i matia bazar sono stati eliminati.
      Notare che lui si è limitato a fare m-mh con sorrisetto sornione e caffè in mano pensado a tutt'altro durante tutti i suoi sproloqui, quindi se c'era proprio qualcuno che dell'eliminazione dei matia bazar a sanremo se ne strafregava era lui.

      Elimina
    6. Ma mioddio, qualsiasi cosa è preferibile a vedere Sanremo, X-Factor e cazziemazzi vari, persino farsi lobotomizzare!


      PS: Restando in tema di scuse, la mia preferita è "Non posso, devo andare in palestra".

      Elimina
    7. Non guardo neanche x-factor ma non faccio nessuna fatica a credere che sia meglio. Qualsiasi cosa è meglio di Sanremo!

      La mia pazza ha anche continuato l'uscita dicendo "vabbè, visto che faccia fai e dato che questa cosa forse non te la dovevo dire facciamo che vengo lo stesso alla prova e vado via alle 22. Tanto alle 22.15 Sanremo non è mica finito...".

      Elimina
    8. Nono, intendevo che farsi lobotomizzare è meglio di Sanremo&X-factor. Mai provata nessuna delle tre cose, ma non ne ho dubbi xD

      Ma la pazza aveva pure il coraggio di scandalizzarsi perchè tu eri scandalizzata dalla sua uscita pittoresca? Con i post sulla neve e su Sanremo stiamo facendo il ritratto dell'Italia di oggi *sigh*

      Elimina
    9. Aaah, ora sì che ha senso. Sì, la lobotomizzazione è meglio (e poi finisce prima).

      Uhm, la cosa incredibile è che non era scandalizzata, era stupita. Stupita che io ci rimanessi male.
      Sì, un'Italia del cavolo, se posso dire.
      E' vero che c'è sempre di peggio, ma queste persone nel loro piccolo dimostrano che logica e buon senso non prevalgono affatto, e questo è il problema: se uno non capisce la differenza fra dire "amo la neve" e "ci ho messo 8 ore a guidare stamattina" e che possono anche essere vere entrambe ci possiamo aspettare che voti bene, o che sappia come stare al mondo? Non credo. :(

      Elimina
  2. Ah ah ma rotfl per Daverio! Il gruppo marmoreo di Saint Little John, indimenticabile.
    E sì, voi siete un coro di coristi perfetti (varianti A B e C)... Da voi starei in paradiso!

    RispondiElimina
  3. [OT] Arrivo qui da Bitmover. Arrivo qui perché anch'io leggo, rileggo, trileggo Asimov appena posso. Arrivo qui perché nelle mie classi campeggia uno striscione che recita "contro la stupidità, neanche gli dei..." eccetera. :-)

    RispondiElimina
  4. Grazie per la visita! Ricambio la cortesia, appena esco dal lavoro ;)
    Che meraviglia, uno striscione così me l'appenderei in camera.
    Intanto però sono riuscita e tenermi tutti gli Asimov sulla mensola che ho sopra il letto, staccati da tutti gli altri libri della casa ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E certo! Asimov ha uno scaffale a parte anche da me, e anche da me in camera da letto :-) :-)

      Elimina
    2. Ottimo. Io ho da un lato Borges, dall'altro Asimov. Non è normale. Ma se lo fai anche tu mi consolo.

      Elimina
  5. Tantor grazie della dedica da #coristaMax (dalla parte sbagliata dell'oceano - o dall'oceano sbagliato....). See you soon!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. The dark side of the earth.
      The wrong side of the ocean.
      The United States of America.
      I'll wait for you in my choir. The right one.

      Elimina